Ed io ti darei il mondo...

1 anno e 2 mesi.
È una piccola personcina, ma ha del potenziale. E non lo dico perché è mio nipote e quindi lo amo da impazzire, si ok, forse lo dico anche per questo. Ma fidatevi, questo bambino ha carattere, intelligenza e uno sguardo da sognatore determinato.
Ha imparato a camminare, e ora esplora il mondo sulle sue gambe e guai se provi a prenderlo in braccio mentre è in questa fase da Cristoforo Colombo dei Bebè. Guarda tutto, tocca tutto e fa di tutto. Si sente in diritto di appropriarsi del mondo. Con il suo passo in certo, da chi sta ancora imparando a coordinare la facoltà di muovere un piede dietro l'altro, si avvicina alla porta di casa e la scruta.
Che lui vuole vedere ciò che c'è fuori, tutto quello che non conosce.
Ha un sorriso che è quasi una magia. Parte dagli occhi, alza le sopracciglia e poi allarga la bocca e ti mette il buon umore. È sorprendente che un nanetto è capace di migliorarti la giornata. Lui il sole se lo porta dentro, ma anche le stelle. Che la prima volta che se ne è accorto della loro esistenza era in braccio a me e mi alzava con le sue manine la testa, come per farmi vedere quella cose così stupende.
Lui si meraviglia per tutto e ti fa rimeravigliare, perché per lui è tutto nuovo, tutto bello e tutto suo. Nessuna domanda e nessun ricordo, si lascia travolgere, prendere e sbalordire.
Si, ha del potenziale.
E si sente in dovere di dover farmi ridere. Che con lui non posso essere seria, quindi viene li e inizia a farmi facce buffe e quando raggiunge il suo scopo se ne va soddisfatto. Si, lui assorbisce la gioia, perché è felice di esserci.
È buffissimo perché non sa dare i bacini e allora ti mangia la faccia e il mento quando è così felice da voler farti capire quanto ti vuole bene. Che anche noi siamo suoi.
Ascolta, tanto, troppo, più di quel che dovrebbe. Ma soprattutto capisce. Si, lui dal tono capisce quanto una cosa sia bella o brutta.
Come quando gli ho fatto vedere il Mappamondo e gli dicevo che cosa era e lo facevamo girare. Che a lui quel Mappamondo è piaciuto così tanto che non se ne voleva più staccare. E non è che lo facesse solo roteare, ma lo osservava. Guardava i continenti e gli studiava. Perché lui ama tutto ciò che amano le persone che lui per primo ama. È un bambino che ha bisogno di condividere.
Poi, adora ballare. Muove la testolina avanti indietro, a destra a sinistra, e le spalle nella stessa maniera. Che la musica ce l'ha nel sangue.
Mentre sua madre lo rincitrulliva di pulcino Pio, io gli facevo ascoltare interi repertori musicali. E poi, c'è quella canzone magica che gli canto da quando è appena nato. Che appena sente canticchiare da me, si ferma e si tranquillizza. Quella è la nostra piccola magia. Ciò che gli ricorda di me. Ora, la canticchia anche, senti che da solo intona malamente e maldestramente le note facendo "oh, oh, oh" che lui mica lo sa l'inglese. Però se gli e la canto io, mima con la bocca, mi segue. E quando mi vede, la vuole, come se quello fosse il nostro vero saluto. Il nostro vero "ti voglio bene!". Che è piccolo e nano, ma è affettuoso e anche se non parla ha i suoi modi per comunicare l'amore che prova.
Poi, mi diverto a cercare le somiglianza fra lui e i suoi fratelli, e ogni volta che ne trovo una son felice perché anche loro sono pezzi del mio cuore.
Si, gli darei il mondo e gli auguro di prenderselo un pezzo alla volta.
Mangiandolo, godendoselo, divorandolo e contagiandolo di allegria, stupore e magia. Che lui ha il potenziale di diventare ogni cosa. Da cellula è diventata meraviglia.
È una piccola personcina, ma si prende tanto spazio di cuore.
Mi rendo conto che è proprio vero, che la famiglia non è solo sangue e geni, che quella è solo casualità.
La famiglia è fatta anche da chi scegli e chi ti scegli. E quindi sono grata a S di avermi scelta e di avermi dato 3 bellissimi nipoti.
Che anche se non abbiamo il sangue uguale, noi ci abbiamo l'anima.



You Might Also Like

8 commenti

  1. I bambini il sole, le stelle e tutte le cose belle se le sono mangiate. Per questo son così meravigliosi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Mareva! Un bacio e buon inizio Settimana!

      Elimina
  2. Ciao ^_^ passa da me, c'è una sorpresa per te ^_^

    http://larubynanails.blogspot.it/2013/03/libster-blog-award.html

    RispondiElimina
  3. Che belle le tue parole! Sono rimasta davvero colpita :)
    Per me la famiglia può essere anche fatta da un gruppo di AMICI VERI, gli amici di sempre.
    Purtroppo i geni non rendono più vicine le persone.. anzi..

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, guarda per le esperienze che ho avuto io, i geni fregano solo! Un bacio

      Elimina
  4. dalle tue parole traspare tutto l'amore che provi per lui, il tuo nipotino!! e non importa se lo è o meno di sangue, lo siete e basta. Purtroppo spesso le persone che sono di famiglia non sempre ci stanno a fianco come dovrebbero, anzi..
    http://blogpercomunicare.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco molto bene l'"anzi"...Si, io lo adoro e poi sai, ha il mio stesso nome ma al maschile "Federico"! Tanto Love per lui e per i suoi fratelli e per sua mamma! Un bacio

      Elimina