"A te, Amore, per tutte le notti che non abbiamo passato a Parigi."

Uno dei ricordi più belli che ho è una foto scattata all'alba sul lungo mare di Riccione "buongiorno o buona notte...è tutta una questione di prospettive!" la sua didascalia.
Quella notte l'avevo passata con le mie amiche imbucandoci a un addio al nubilato, bevendo gratis e ballando tutta notte sui tavoli. Non mi ero mai sentita così leggera, così pienamente nella mia età. Al mio posto.
C'è un momento giusto per ogni cosa che rende perfetta l'età che si sta vivendo: uno per innamorarsi su un terrazzo con addosso uno stupido vestito verde di un ragazzo dagli occhi più belli che io abbia mai visto con una giacca di pelle addosso e una sigaretta quasi finita, uno per essere delle ragazze ubriache in riva al mare, uno per passare la notte in pigiama con le amiche a parlare di chi si è spinta più oltre con qualcuno e ridere a crepapelle, uno per prendere le tue scelte e accorgerti che a sto giro la responsabilità è tua e solamente tua, uno dove la cosa più sensata da fare ti sembra spogliarti e buttarti in piscina in intimo bianco, una dove prendi un amica e ti dai a 10giorni in giro per l'Italia e mangi tanto e ti diverti di più. Attimi, momenti, vita!
Non ho avuto molta leggerezza, il mondo mi è crollato addosso da bambina in un istante e poi non ha smesso di franare...un susseguirsi di tentativi dove l'unico scopo era non farsi mancare la terra sotto i piedi.
Succede, poteva andare peggio mi dico...poteva anche andare meglio penso.
Sapete cosa mi è mancato di questi 20 anni che tra poco finiranno? L'essere scelta da qualcuno e amata come solo a 20anni si sa fare...con l'ardore, la spensieratezza, la passione, le promesse non promesse. L'essere portata al mare infrasettimana, crescere anche per poco con qualcuno al mio fianco, il bacio il giorno della laurea, qualcuno al quale gridare è finita e poi scoprire che non lo fosse affatto, lasciarsi per poi riprendersi una sera a caso. E fidatevi questo tipo di amore lo puoi solo avere a 20anni non prima, non dopo.
Poi cambia il ritmo del cuore, il tempo, le necessità, poi si diventa adulti.
Ecco forse questa è la foto emblema di qualcosa che non ho avuto e che mai avrò perché il tempo dove tutto ciò avrebbe avuto un significato è cambiato.


No, non qualcuno che mi ami, non sono così negativa...è che c'è una bella differenza fra l'essere una ragazza che balla brilla e scalza sui tavoli a 18anni e una che lo fa a 36.
E quindi ancora una volta..."A te, Amore, per tutte le notti che non abbiamo passato a Parigi."

You Might Also Like

43 commenti

  1. Che bella riflessione molto triste ma anche realistica, buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. Cara Federica, con questa bella riflessione un po triste, ci hai accompagnato la tristezza.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, un abbraccio e grazie per passare sempre di qui!

      Elimina
  3. hai perfettamente ragione.l'amore dei 20 anni è unico e irripetibile.
    anche a me è mancato..ne ho pure parlato nel blog..
    è una mancanza che si sente tantissimo..

    tu pensa però alle tue "vacanze"spensierate con le amiche..
    non perdere mai quella spensieratezza folle..
    è ciò che ti fa sognare
    è ciò che ti fa ridere
    è ciò che ti fa AMARE.

    ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  4. Cara Federica, questa tua bella e profonda riflessione la condivido, mi piace quando parli dei “ritmi del cuore”.
    È vero un amore, un’esperienza, qualsiasi realtà, un conto è viverlo/a a diciotto anni un altro a trentasei (fra parentesi sei anche tu del “83? Se sì come il mio primo figlio), ma, e qui viene il bello, “i ritmi del cuore”, e quelli della mente aggiungo io, sorprendono sempre e man mano si procede nella vita e più si acquisisce consapevolezza sicchè ogni esperienza, realtà, amore la si vive con una maturità e una gratitudine tale che volgendo lo sguardo indietro e non si può che dire “ meno male che i diciotto anni sono passati”, credimi. Buona giornata, di cuore, e buona vita.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma io ho 26 anni, bho non so non la penso proprio proprio così!

      Elimina
  5. My new blog is www.gulsahworld.com. I will be happy if you subscribe to my blog .Kisses

    RispondiElimina
  6. A vent'anni ho vissuto la mia prima vera storia d'amore.
    E' stato bello, non posso negarlo, ma in tutta onestà ho preferito l'amore più consapevole degli anni successivi.
    Quindi chi l'ha detto che il sentimento dei trent'anni non possa essere migliore di questo che ti manca? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' diverso, dipende da cosa uno voleva...io volevo essere leggera

      Elimina
  7. Oggi ti devo 'sgridare' :D.
    Guarda ai tuoi 20 anni che stanno passando (insomma, hai ancora qualche anno prima dei fatidici trenta. O no?), ma guarda alle cose che hai avuto e che hai fatto, non a quelle cose che sono mancate.
    Che poi vogliamo dirlo..questo amore perfetto dei vent'anni, non è un paradosso? Con le sue belle cose e le imperfezioni ("qualcuno al quale gridare è finita e poi scoprire che non lo fosse affatto, lasciarsi per poi riprendersi una sera a caso"); un amore perfetto, ma imperfetto, ecco il paradosso...non è altro allora che uno degli amori imperfetti che si vive a vent'anni...No?
    Davvero non hai conosciuto l'ardore e la passione degli amori giovanili? Non credo.
    Forse non sono stati i fidanzati ideali tra i fidanzati ideali dei vent'anni...
    Ma esiste davvero un fidanzato ideale dei vent'anni?
    Paradosso nel paradosso...
    Ci saranno sicuramente tanti ragazzi con le giacche di pelle e le sigarette che non ti hanno guardata o ti hanno detto no...ma quello fa parte della vita dei vent'anni...
    Hai il rammarico per le notti parigine ed altre esperienze non vissute con il fidanzato dei vent'anni..ma torniamo al discorso iniziale..ci sarà tanto altro nel tuo "scatolone" di ricordi.
    A questo punto ho tanta curiosità di visitare questo blog, tra una decina di anni, e vedere le foto del tuo weekend nell'entroterra di Riccione, con tuo marito...Quando i momenti condivisi saranno più slow, ma più emozionanti.
    Che poi anche dopo i 30, qualche momento spensierato e qualche momento in cui rivivere emozioni dei vent'anni..non mancheranno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah io non ho mai avuto un fidanzato per amor di cronaca...il primo ragazzo che mi ha portato a cena si è rivelato poi essere il fidanzato di un altra! Vedi voi siete tutti proiettati al matrimonio, la serietà, il grande amore e invece io vorrei tanti piccoli amori e poi uno! Slow non è emozionante per me, slow è la mia vita da sempre!

      Elimina
    2. Beh, il fidanzato non è per forza uno a cui hai messo la targhetta FIDANZATO :D.
      L'amore non è fatto di classificazioni :)
      Comunque tagliamo la parte sugli amori perfetti, imperfetti, perfettamente imperfetti e imperfettamente perfetti..Vale comunque lo stesso il discorso: guardare alle cose avute e non a quelle mancate :)
      Per il resto hai tempo di far tutto: dopo i 30 magari i rapporti amorosi sono quelli della stabilità, ma nulla vieta che anche dopo i 30 la vita possa non essere slow!
      Miki Moz lo dimostra :D

      Elimina
    3. ahahah è che io sono stabile da sempre...mi manca la non stabilità corrisposta!

      Elimina
  8. Beh un pò d'invida c'è in questa tua spensieratezza io a 20 anni lavoravo già da 5 studiando di notte e quindi per spensieratezza niente ma anche non c'erano occasioni parliamo di 60 anni fa sembra parlare di un periodo lontanissimo...100-200 anni invece.. Vai cara continua cosi non pensare che hai perso qualcosa forse ti capiterà ad esempio a 30 ed in quel momento ti sentirai 20enne. E' il momento che conto non il quando e a quale età... Un abbraccio e buona fine settimana.

    RispondiElimina
  9. Io ho lottato per avere quello che ho. Sempre. I miei vent'anni mi hanno regalato tanto. Come i 30 e i 40.
    Spero anche i 50 e i 60.
    Non so se ad ogni età c'è il tempo e il modo giusto di avere quello che tocca. Ma la leggerezza di apprezzare le cose e di fare follie l'ho sempre avuta, e non ho mai fatto caso al tempo in cui sono accadute.
    Me la sono goduta e me la godo. Quando posso, adesso come vent'anni fa. E ho ballato sui tavoli a 20 anni e a 36. Con la stessa leggerezza e allegria. Boh, non credo che sia come dici tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle queste parole...vorrei anche io imparare ad essere leggera e a godermela!

      Elimina
  10. C'è un tempo per ogni cosa, hai ragione.
    E tu di giornate spensierate ne hai avute, ce le hai raccontate proprio in questo post. Forse ti è mancato quel tipo di amore, però magari lo incontrerai più avanti e sarà più forte e più maturo di come sarebbe stato a 20 anni.
    Buona domenica sera :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco io rifiuto la maturità, non voglio qualcuno con il quale codnvidere affitto, futuro, un unico grande amore...ma tanti amori e poi uno!

      Elimina
  11. Si, concordo che ogni età ha le sue emozioni e le sue pazzie(e non) da vivere...ma non per questo, se non le hai vissute, sono perse per sempre. Magari hai fatto altre esperienze che una 20enne si sogna. Anch'io so di non aver vissuto appieno la mia adolescenza...e se ci ripenso, rifarei le stesse cose, una ad una senza pentirmene! Non rimpiangere ciò che non hai avuto ma vivi ciò che hai e che ti aspetta..il futuro potrebbe essere ancora meglio di quello che ti aspetti ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha niente di che, ho fatto quello che tutte le ragazze della mia età hanno fatto solo con un po di fatica in più!

      Elimina
  12. Io ogni tanto mi fermo a guardare i giovani fidanzatini e sospiro pensando ai primi amori, che bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai stata una giovane fidanzatina quindi penso "che invidia!" Esperienza mancata!

      Elimina
  13. L'età non conta, il vero amore lo puoi trovare sempre. Non rimpiangere mai il passato, ti può servire come esperienza per costruire un grande futuro.
    Ciao Fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti io qui non parlo di vero amore, parlo di un amore che c'è che inizia e che deve finire ma che ti lascia l'idea di essere stata nel tuo tempo frivola e superficalmente felice!

      Elimina
  14. una riflessione molto matura, che per altro, condivido...ma tranquilla anche io a 20 anni non avevo a fianco chi mi portava a Parigi, ma è arrivato subito dopo!
    baci Gina

    new post
    Gina Beltrami

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! eh lo so, ma è sempre il discorso delle età dopo ci sono i progetti, io volevo qualcosa di senza progetti, che nasce e sembra durar per sempre ma in realtà si sa che finirà!

      Elimina
  15. Il tuo modo di scrivere è molto affascinante, mi fa riflettere sempre molto, rileggere le parole e cercare di cogliere tutti i sensi. Può darsi che tu abbia ragione ma può darsi anche che ad un certo punto scoprirai che ti sei affrettata a sentenziare l'amore folle e spensierato. Io ho vissuto un amore simile prima dei 20 anni e lo vivo ancora (stesso amore, stessa persona) 17 anni dopo. Ho conosciuto anche persone che dopo i 35 anni hanno conosciuto finalmente l'amore che le ha fatte perdere la testa, buttarsi e rischiare tutto e ho conosciuto anche persone che hanno deciso di amare con tenerezza dimenticando cosa vuol dire amare follemente. Credo che tutto sia, come dici anche tu, un discorso di prospettiva e diversi punti di vista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue parole, no io non vorrei mai amare ed essere amata da un unica persona per tutta la vita, condividere il bello e il brutto...io volevo qualcosa di spensierato, frivolo, intenso, che finisse prima poi di incontrare qualcuno con il quale costruire qualcosa!

      Elimina
  16. questa volta devo dissentire da quanto dici...non è vero che un amore così lo si possa vivere solo a 20 anni...anzi io credo il contrario a 20 anni si è troppo immaturi e preso da altro per amare a questo modo con irresponsabilità e libertà! a me è arrivato a 27 anni un amore così e adesso ne ho quasi 35 anni e non mi abbandona anche se condividiamo la vita di tutti i giorni con annessi e connessi... ma quella passione non è una questione di età ma è una questione legata al cuore punto e basta! E ti auguro arrivi presto e stravolga tutto quello in cui credi, la tua vita, i tuoi pensieri e i tuoi programmi...e credimi sarà sicuramente in meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto felice per te...ma io non volevo un amore che rimanesse al fianco,non voglio un unico amore, volevo qualcosa destinato a finire!

      Elimina
  17. Genial tu post, me encanta! Gracias por visitar mi blog, espero verte pronto de nuevo por allí! Feliz día! ♥️♥️♥️

    RispondiElimina
  18. Un pensiero molto malinconico, rammaricato.
    Penso che l'Amore, un po' come tutte le cose che contano, sia anche lui una questione di scelte e di fortuna.
    L'Amore è una gran bella cosa: complessa, difficile, faticosa, ma molto bella.

    RispondiElimina
  19. Parole tristi, ma molto vere. Io ringrazio ogni giorno di avere qualcuno vicino con cui dividere le mie cose da ventenne (l'università, i primi lavori, le serate), sebbene lui non abbia vent'anni già da tempo. Però c'è ed è quello che conta. E lui ti direbbe che le cose possono cambiare in meglio quando meno te lo aspetti, anche molto dopo i ventanni! ;)

    https://julesonthemoon.com/

    RispondiElimina
  20. questo post è davvero delicato e profondo!
    baci Gina

    new post
    Gina Beltrami

    RispondiElimina
  21. Pensa che io mi ci rivedo sempre nelle tue storie, salvo il fatto che spesso leggendo mi accorgo di averle vissute in modo totalmente differente, quasi all'opposto!
    Ti spiego: anche io nei miei 20 anni (ora ne ho 30) non ho avuto una relazione duratura, ma questa cosa l'ho sempre vissuta come una sorta di maggiore "libertà", soprattutto vedendo la differenza con la mia milgiore amica che si è fidanzata a 19 anni (e si è sposata lo scorso anno).
    Per carità lei è sempre stata felicissima del suo rapporto (e credo anche un pò dispiaciuta che io non riuscissi a farne durare uno) però tante cose che io facevo (e faccio) con la massima naturalezza ed indipendanza lei non poteva farle.
    E non perchè glielo impedisse il fidanzato ma proprio perchè non se la sentiva in quanto comunque legata ad una persona.
    E tutto sommato, forse allora non lo avrei mai ammesso, ma io nemmeno la avrei voluta una relazione stabile, e forse non la voglio completamente nemmeno adesso,perchè credo che mi avrebbe impedito troppe cose che sono stata felicissima di aver vissuto!
    Tanto alla fine ho una famiglia e degli amici meravigliosi che mi sostengono e con cui condividere le mie esperienze, quindi non mi è amncato certo l'appoggio!
    E poi in fondo i miei genitori si sono conosciuti e spostati a 40 anni e sono ancora adesso super innamorati ed io è proprio così che vorrei un rapporto!
    Però so bene che ogni persona è diversa e percepisce la realtà a modo suo, quindi capisco che per te(come per la mia migliore amica) avere un compagno possa esser proprio tanto importante, ma non ti preoccupare, vedrai che l'amore che tanto desideri arriverà sicuramente prima o poi! :)
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
  22. I've translated into spanish and I have to say that your words are really beautiful <3
    Keep writing! You do it really well! ;)


    www.luciagallegoblog.com

    RispondiElimina